In un match entusiasmante Roberto Marcora elimina la testa di serie numero uno del torneo Matthias Bachinger emozionando il numeroso pubblico presente nella sfida serale del Guzzini. Il 29enne di Busto Arsizio dopo essere andato sotto nel primo parziale (7-6), nonostante un po’ di nervosismo è riuscito a recuperare terreno sul tedesco che non ha brillato come è solito fare nel servizio e ha accusato un po’ di fatica sotto rete. Marcora si aggiudica quindi con scioltezza il secondo parziale per 6-3 e riesce a chiudere il terzo per 6-4. “Sono davvero felice – ha detto il lombardo al termine della partita – durante la partita ero un po’ agitato, ma la voglia di far bene era tanta dopo aver eliminato Quiroz al primo turno e Basic al secondo. Potevo giocare in maniera più pulita ma sono soddisfatto, ora mi godo la vittoria e poi penserò al match di domani contro Rodjionov”.

E’ andata bene anche a Viktor Galovic che ha eliminato il più quotato Sergiy Stakhovsky per 5-7, 6-3, 6-3. Il croato, veronese da sempre, ha un buon feeling con la superfice del Guzzini che vinse nel 2017. Ai quarti affronterà lo slovacco Lukas Lacko. Mentre è uscito Alessandro Bega che nulla ha potuto contro la forza del tedesco Mats Moraing (6-3, 6-2).

Sfida incandescente nel doppio tra gli spagnoli Lopez Perez-Menendez Macerras contro il peruviano Oliveira e l’indiano Ramanathan. Sotto di un set (6-1) gli iberici hanno recuperato nel secondo (7-6) perdendo nel match tie-break per 10-8. Nell’altra sfida di doppio il cileno Castillo e l’austriaco Weissborn si sono imposti sull’ucraino Marchenko e l’austriaco Rodjionov per 6-2, 6-4.

Condividi questo post su: